Home » News » Protesi al seno: perché si procede con l’intervento, che protesi si usano e qual è il risultato.

Protesi al seno: perché si procede con l’intervento, che protesi si usano e qual è il risultato.

I motivi.

I motivi per cui si interviene sul seno possono essere diversi. Innanzitutto, l’intervento al seno viene fatto in presenza di problemi posturali; spesso chi ha un seno prosperoso sviluppa problemi alla schiena e posturali, perciò il chirurgo interviene. In altri casi, la protesi al seno serve per dare una forma più armoniosa al corpo. Un seno eccessivamente piccolo può sbilanciare gli equilibri del fisico. Per riportare l’armonia nel fisico, il chirurgo estetico procede con l’intervento. La misura dalle protesi viene consigliata dal chirurgo in base alle proporzioni del corpo, al fine di non avere un seno eccessivo che risulterebbe anch’esso sproporzionato.

Le protesi.

Le protesi seno son realizzate con un materiale particolare in modo da ricreare la perfetta consistenza e densità del seno naturale. Si può optare tra due materiali distinti: il silicone oppure il poliuretano. Le più utilizzate sono le protesi in silicone perché c’è una sorta di diffidenza verso quelle in poliuretano,senza motivi medici fondati. Il silicone, in alcuni casi, può dare maggiori problemi rispetto alle protesi in poliuretano, poiché molti pazienti lamentano il cosiddetto fenomeno wrinkling. In questo caso, si presenta, a livello della superficie cutanea, una  fisiologica plissettatura del derma, il quale assume il contorno delle protesi in alcune posizioni del corpo, come  la flessione in avanti del tronco. Questo tipo di problema non si presenta con le protesi seno in poliuretano poiché sono realizzate con un silicone più denso, per garantire un riempimento maggiore rispetto a quello abituale. Le portesi seno in poliuretano non danno complicazioni poste operatorie perché hanno meno problemi di rigetto.

Il risultato.

Le protesi seno in poliuretano danno un effetto molto naturale e duraturo nel tempo. Le cicatrici del punto in cui sono inserite le protesi, sono del tutto invisibili. Le areole sono perfettamente simmetriche e hanno un colore uniforme. La zona operata sarà un po’ dolorante per i primi mesi. Il risultato finale si può ammirare già dopo il primo mese, quando la pelle si è adattata alla nuova forma del corpo.

Scopri di più sul sito web www.vitocontreas.it .