Home » News » Il matrimonio: un giorno di gran festa

Il matrimonio: un giorno di gran festa

I preparativi

Prima di andare alla cerimonia, spesso si usa andare a casa dei genitori della sposa o dello sposo per i preparativi. Questa è una fase che precede il giorno di festa e di solito ci si trova per un brindisi buon augurante. La casa dei genitori della sposa viene addobbata a festa con addobbi floreali e palloncini colorati, magari di colore bianco con una scritta personalizzata “Oggi sposi”. Da casa della sposa si parte per andare in chiesa oppure in municipio. È il padre della sposa che la accompagna in una vettura agghindata con fiori e addobbi.

La cerimonia

Il matrimonio può essere religioso oppure civile e viene, rispettivamente, celebrato in chiesa oppure in municipio. In entrambi i casi, il momento decisivo è quello dove i due pronunciano il fatidico Sì che sancisce la loro unione. All’uscita degli sposi si usa tirare il riso e i petali di rosa per festeggiare la nuova unione. Possono esserci anche dei bei palloncini colorati magari a forma di cuore gonfiati con l’elio così da poterli liberare in cielo. Anche l’auto con cui la sposa è arrivata è tutta riempita di palloncini colorati. Spesso si usa nascondere la chiave dell’auto in un palloncino e gli sposi devono scoppiarli tutti per trovare la chiave.

Il ricevimento

Una volta che la cerimonia, religiosa o civile che sia, è terminata tutti gli invitati e i novelli sposi si spostano per il ricevimento, il quale prevede un pranzo molto ricco composto di varie portate. Prima del taglio della torta, gli amici degli sposi organizzano degli scherzi e dei giochi. Il momento più atteso è il taglio della torta che vien poi distribuita agli invitati. Spesso alcuni invitati arrivano proprio al taglio della torta come per esempio i colleghi, i parenti lontani e altri amici. Si festeggia con spumante e la festa va avanti fino a notte con canti e balli. Oggi spesso si usa liberare in cielo, al pari dei palloncini colorati a forma di cuore, colombe, lanterne o altro ancora.