Home » News » 3 motivazioni per il trasferimento di tipo privato

3 motivazioni per il trasferimento di tipo privato

Possono essere diversi i motivi che spingono una persona ricoverata a voler cambiare struttura. In questo caso, però, va ricordato che non è possibile esaudire i desideri legati a motivazioni personali con i mezzi pubblici: il trasferimento deve essere fatto con mezzi privati, anche contattando una società esterna, pagando il conto e non facendolo pesare sul Servizio Sanitario Nazionale.

La lontananza da casa

La prima ragione che spinge un paziente a chiedere il trasferimento è la lontananza da casa poiché potrebbe essere stato ricoverato in una struttura che si trova lontano da casa sua. Il problema è maggiore nella lungo degenza all’ospedale o in clinica oppure per la permanenza in una casa di riposo o di cura. Dato che si passano in ospedale molti giorni, è bene che nel pomeriggio ci sia un aiuto in più, soprattutto per le persone anziane con ridotta capacità motoria. La lontana rende difficile ad amici e parenti soprattutto venire in visita e fornire l’assistenza pomeridiana anche per le piccole cose come andare in bagno, mangiare e cambiarsi. La causa di questo è una cornica mancanza di posti letto nelle strutture pubbliche e per essere trasferiti è necessario contattare una società che fornisca un’ambulanza privata Roma.

I trattamenti non apprezzati

Può capitare che un paziente consideri i trattamenti ricevuti non adeguati ai suoi standard. In questo caso, il paziente vorrebbe essere traferito in una clinica di sua fiducia ma per farlo deve arrangiarsi contattando una società che fornisca un’ambulanza privata Roma. Questa motivazione non va però confusa con la necessità di ricevere trattamenti medici più particolari: per questo motivo, il trasferimento sarebbe fatto con le ambulanze di tipo pubblico, poiché si tratta di una ragione sanitaria che riguarda la cura del paziente.

Brutti ricordi

Alcune persone possono avere una certa famigliarità con gli ospedali perché una persona di famiglia o un proprio caro sono deceduti dopo una lunga malattia degenerativa. Può essere che una persona non gradisca stare ricoverata nello stesso posto dove ha subito un grave lutto.